Cos’è l’autismo
Il termine “disturbo di spettro autistico” o autismo indica alterazioni nello sviluppo di diverse aree del funzionamento.
Si parla di “spettro” autistico perché all’interno di questa diagnosi vi è grande variabilità individuale rispetto al livello di gravità e ai sintomi manifestati.

Le compromissioni possono essere gravi, generalizzate e riguardano l’interesse per gli altri, le capacità di interazione sociale, di comunicazione linguistica e non verbale, le attività e più in generale i comportamenti dell’individuo, che appaiono ristretti, ripetitivi e stereotipati.

I segni dell’autismo possono emergere fin dalla nascita o possono manifestarsi più tardi. La diagnosi di autismo viene in genere vissuta dai genitori con angoscia e soprattutto nel nostro Paese comporta un forte impatto sulla vita dei familiari in quanto è una condizione cronica.

Malgrado quanto propagandato tuttavia, l’autismo NON è una condizione senza speranza.