Il dott. Corrivetti responsabile di Salute Mentale ASL Salerno sul progetto globale autismo

Finalmente l'ASL parla di progetto globale sull'autismo, la speranza è che alle parole seguano i fatti.

3° corso per Tecnico del Comportamento A.B.A.

Conclusa la seconda sessione del corso per Tecnico del Comportamento A.B.A. 68 ore di Sapri presso l' IIS Leonardo da Vinci di Sapri. Voce nel Silenzio e Il Tempo per L'Oro.

Le nostre attività


 
giornata mondiale consapevolezza
 

Cos’è l’autismo

Il termine “disturbo di spettro autistico” indica alterazioni nello sviluppo di diverse aree del funzionamento. Si parla di “spettro” autistico perché all’interno di questa diagnosi vi è grande variabilità individuale rispetto al livello di gravità e ai sintomi manifestati. Il termine “Disturbi di spettro autistico” (ASD) evita qualsiasi riferimento all’eziologia (le cause), un dato che sottolinea le molte zone d’ombra che ancora oggi, malgrado i recenti progressi, impediscono una piena comprensione di questi disturbi. Le compromissioni possono essere gravi e generalizzate e riguardano l’interesse per gli altri, le capacità di interazione sociale, di comunicazione linguistica e non verbale, le attività e più in generale i comportamenti dell’individuo, che appaiono ristretti, ripetitivi e stereotipati.
I segni dell’autismo possono emergere fin dalla nascita o possono manifestarsi più tardi. La diagnosi viene in genere vissuta dai genitori con angoscia e, soprattutto nel nostro Paese, comporta un forte impatto sulla vita dei familiari in quanto è una condizione cronica, che dura tutta la vita.
Malgrado quanto propagandato tuttavia, l’autismo NON è una condizione senza speranza.
L’Autismo, per i familiari, per gli affetti più vicini e per la società, è un lungo viaggio con un compagno difficile da comprendere verso mete e percorsi quasi mai definiti, in altre parole è un’avventura straordinaria che rende tutti migliori.